meglio sola che male accompagnata!

7 commenti

A volte penso di essere letteralmente anestetizzata nei confronti del mondo. Vivo in uno spazio mio, in cui le persone non hanno libero accesso. Mi circondo di pochi e gli altri restano fuori dal mio perimetro emotivo. La gente si stupisce quando dico che sto bene da sola, non comprende il mio bisogno di isolarmi, forse perché tutti ormai sono abituati a circondarsi di persone, tante persone, nella convinzione che per non sentirsi soli bisogna stare in mezzo alla massa…Anche nel virtuale è la stessa cosa,ho fatto una netta pulizia di contatti su fb,aggiungi aggiungi e aggiungi richieste d’amicizia per cortesia poi neanche un saluto a che serve? non sono un numero da collezionare!…Paradossalmente finisco per sentirmi ancora più sola in mezzo a quel caos, un pesce fuor d’acqua, l’elemento stonato nel contesto. Io che mi sento diversa da tutte quelle persone non migliore, non peggiore, ma diversa nella mia diversità resto fuori, sola, anche in mezzo a migliaia di persone. Sento di vivere in un mondo a parte, una specie di bolla da cui osservo gli altri, protetta dietro una barriera invisibile, dove mi godo la mia solitudine e un pò di sano egoismo. Lo so cosa succede con le persone,in particolare con qualche amica,ti chiama solo se serve un favore poi sparisce! gli dai una mano e si prendono un braccio e allora preferisco non porgere nemmeno un dito. Ormai ho capito come funziona. Quello che invece non ho ancora capito è se sono io ad avere un carattere di merda o se la mia è una pura reazione di difesa a una merda di mondo.
 Col tempo credo di aver sviluppato una vera e propria intolleranza alle persone e non in senso metaforico. Sono fatta strana, sono fatta male. Devo scappare, devo ritagliarmi spazi solo miei, altrimenti rischio di impazzire, che io e il mondo non abbiamo mai avuto questo gran feeling l’ho capito troppo tardi ma l’ho capito…Ho bisogno di persone simili a me per sopravvivere.  Ho bisogno di qualcuno come me, senza terra e senza branco, da annusare e riconoscere come un mio simile…e sopratutto aiutare chi davvero ha bisogno e ti è riconoscente…

 

Buona Domenica

25 commenti

w06jgo

 

 

 

 

 

 

 

 

E a mia Figlia:

index

 

 

nn

Vi siete mai chiesti cosa sarebbe una vita senza amore?

36 commenti

Qualche volta io ci ho provato, ma non sono mai andata fino in fondo nel cercare una risposta vera. Il solo pensiero di una vita del genere mi spaventa non poco. L’amore, ovviamente non associato al solo rapporto di coppia, è l’elemento fondamentale per l’esistenza di ognuno di noi, è qualcosa di vitale e di cui non si può fare per nulla a meno. Si ama per stare bene sia con gli altri che con sè stessi e per dare alla vita il colore di cui ha bisogno. Cosa sarebbe la nostra vita senza nemmeno un abbraccio, senza quella parola di conforto detta al momento giusto? Secondo il mio parere, quella non sarebbe una vera e propria vita, ma una semplice esistenza priva di emozioni. L’uomo è nato per amare e per seminare amore. Non facciamoci prendere dal risentimento, dalla rabbia, perchè la rabbia è spesso sinonimo di negatività. Proviamo invece ad amare incondizionatamente, affinchè la vita abbia davvero un sapore migliore, quel sapore dolce, avvertibile soltanto attraverso una massiccia dose d’amore incondizionato.

il riflesso di…

72 commenti

Leggevo ieri un post che diceva testuali parole: ” Ogni donna è sempre il riflesso del suo uomo”( La stabilità di un rapporto tra uomo e donna, molte volte dipende da noi donne. Se una donna si sente messa in disparte, relegata in secondo piano, comincia ad avvertire un senso di disagio e si rende conto di non essere amata come desidererebbe e come meriterebbe. Spesso, la conseguenza di tutto ciò, è l’aggravarsi dei problemi della sua sfera psicologica e della sua salute, che, in determinati casi, risultano molto difficili da superare.)…… ma è vero?…”Non sono totalmente d’accordo”…

Insomma  il  compito di un uomo è quello di farci sentire amate,rispettate e coccolate sempre! e solo in questo modo possiamo davvero sperare di restare con un uomo per tutta la vita. Noi vogliamo essere davvero il riflesso dei nostri uomini, il riflesso dei loro sorrisi si …ma resta cmq il fatto che la donna in primis è il riflesso di se stessa.. e che la donna è una donna, punto e basta. Un uomo se lo deve sempre ricordare.

perfezione fa rima con finzione!

29 commenti

 

Ascoltando musica su youtube ho ascoltato e visto un video della cantante Colbie Caillat (sconosciuta in italia)

 

Lei ha lanciato la provocazione di smascherare tutti gli effetti che le star adoperano per sembrare “Perfette” all’occhio della telecamera che le inquadra.All’inizio del video vediamo una Colbie dalla pelle di porcellana,lunghe ciglia,viso e capelli perfetti.Fintanto che il video prosegue,vediamo,assieme alla cantante in successione, diverse tipologie di donne,tutte con un loro indice di bellezza,chi truccata di più o di meno…mano a mano queste donne si svestono del luogo comune della bellezza per abbracciare un look più “simile a ciò che sono davvero”Ed è questo il messaggio che Colbie canta alle donne: “Quando sei tutta sola con te stessa, ti piaci?Piaci a te stessa?Non devi provarci troppo non devi rinnegare tutto, devi solamente svegliarti, non devi cambiare una singola cosa di te.Togliti il trucco,sciogli i tuoi capelli,fai un bel respiro,guarda nello specchio,guarda te stessa..non ti piaci?Perché a me piaci”…Un invito ad accettarsi per ciò che si è!.Dal mio punto di vista è un’ottima cosa,dato che siamo costantemente bombardati dal messaggio di “come dovremmo essere” piuttosto che essere spinti a mostrare la nostra vera bellezza.
Ed un messaggio positivo come quello di questa canzone,spero possa aiutare tutte quelle donne(e perchè no,anche gli uomini!) che si fossilizzano nella “perfezione” impostata dalla società..corpo perfetto,unghia curate,viso perfetto,labbra a canotto e vitino da vespa…Accettarci per come siamo è un passo avanti non solo per noi stessi,o per la nostra individualità,ma un passo avanti anche per la società stessa..per illuminare una stanza non è sufficiente una sola candela..ma se riempiamo questa stanza di candele…avremo non solo la luce necessaria per vedere,ma un pizzico di calore,per sopravvivere in un mondo così freddo e spesso,crudele.

Buona Domenica

11 commenti

10417498_809557919106549_9114146385295181050_n

Buon Compleanno Milo!

69 commenti

Eh così abbiamo festeggiato il primo compleanno di Milo,avevamo pensato di fargli un video con sottofondo musicale della canzone Tanti auguri,ma avevamo dimenticato che il festeggiato è una peste ed era  impossibile farlo stare fermo davanti al piatto di bocconcini di carne  :D  Insomma una festa durata un paio di minuti!ScreenHunter_33 Nov. 12 20.36ScreenHunter_32 Nov. 12 20.34

ScreenHunter_31 Nov. 12 20.32

 

 

 

 

 

ScreenHunter_34 Nov. 12 20.38

 

 

 

che importanza ha una foto?

53 commenti

Guardavo in fb alcune foto della mia amica Caterina e mi sono soffermata su una in particolare, dove sullo sfondo ci sono tre persone che passeggiavano per i fatti loro e riflettevo su  quante volte, mentre ti mettevi in posa per fare una foto, uno sconosciuto (o una sconosciuta) passava sullo sfondo, rimanendo immortalato insieme a te per sempre! Un  sacco di volte, ne sono certa, soprattutto se le foto erano scattate in luoghi affollati. Mi chiedo   chi era, cosa pensava, dove andava, se era felice o triste! Forse si spostava semplicemente da un luogo all’altro senza neanche badare a cosa aveva intorno, preso dai pensieri, chissà… Io ho una foto di qualche settimana fa quando sono stata a Napoli con mia figlia,ho scattato una foto  ad una via della città e solo dopo mi sono accorta che avevo nella foto  due ragazzine sedute su una panchina… oppure questa foto dove vieni catturato dalla bellezza del mare e del posto e solo dopo ti accorgi che ci sono persone che prima non hai notato…Mi chiedo quante persone avranno delle foto di me  ripresa per caso  mentre correvo da qualche parte immersa nei miei pensieri. Qualcuna di loro si sarà chiesto, osservando l’espressione del mio viso, cosa pensavo in quel momento e dove stavo andando così di fretta… Oppure, leggendovi una leggera malinconia sarà rimasto con un vago senso di impotenza perchè avrebbe voluto tendermi una mano, se solo fosse stato più attento e non concentrato nella posa da assumere. Che buffo pensiero: quanti dei miei momenti saranno stati catturati da qualcuno? A voi è mai successo di chiedervi chi era quello sconosciuto/a sullo sfondo di una foto, cosa pensava, dove andava ecc…

20140206_154451

Atto di eroismo…

24 commenti

La vita è un continuo divenire, una strada che siamo destinati a percorrere senza possibilità di fermarsi, le fasi di stallo non sono ammesse perché nel momento in cui ci si ferma, cambia la strada. Ognuno di noi ha una guerra in corso ed è difficile curare i rapporti umani come si dovrebbe …Alcune volte mi ammiro che  riesco a sorridere nonostante i miei bui interni e le mie eclissi emotive,  continuo a sperare in un’idea capace di cambiare il mondo se solo ci  credessi un pizzico in più, riesco a  donare conforto con una parola gentile ad un’anima sofferente che lotta contro gli spettri dei problemi….. ” Tutti noi non siamo artefici di noi stessi perché partiamo già col presupposto di essere lontani anni luce da uno scopo, quindi ci limitiamo soffermandoci su quello che non siamo e su ciò che non abbiamo. La consapevolezza di essere causa prima del nostro destino deve scaturire dalla conoscenza di poter avere e poter essere determinate cose, avere le capacità di realizzare qualunque cosa. La sconfitta che ci attanaglia nella maggioranza dei casi è la delusione dovuta alle aspettative riposte in altre persone”…Ebbene si, avere il coraggio di vivere è un atto di eroismo che si compie quotidianamente…Ognuno di noi è un combattente e sapere di non essere soli ci sprona a lottare per migliorare le cose.

Older Entries

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.563 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: