Amare una persona è…

22 commenti

Averla senza possederla.
Dare il meglio di sé
senza pensare di ricevere.
Voler stare spesso con lei,
ma senza essere mossi dal bisogno
di alleviare la propria solitudine.
Temere di perderla,
ma senza essere gelosi.
Aver bisogno di lei,
ma senza dipendere.
Aiutarla, ma senza aspettarsi gratitudine.
Essere legati a lei,
pur essendo liberi.
Essere un tutt’uno con lei,
pur essendo se stessi.
Ma per riuscire in tutto ciò,
la cosa più importante da fare è…
accettarla così com’è,
senza pretendere che sia come si vorrebbe.

da PensieriParole <http://www.pensieriparole.it/poesie/poesie-d-autore/poesia-76903>

E anche Pasqua è andata…

46 commenti

Com’è  stata la vostra Pasqua? Io ho sentito la mancanza dei miei genitori .Mia madre è rimasta dispiaciuta e mi ha detto: te lo avevo detto io che con il cane non ti potevi più muovere da casa!..come darle torto!…Sabato ho chiesto a mia figlia:hai deciso cosa fare per domani ? mi ha risposto: mamma io e Andrea(fidanzato) mangiamo a casa di suo fratello e ci saranno altri parenti,scusa non si dice:Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi?…Senti le ho risposto,ai miei tempi era Natale con i tuoi e Pasqua ancora con i tuoi! E così la domenica di Pasqua a casa eravamo io mio marito,  mio figlio e Milo che in questo caso ha fatto numero…Mamma mi dice mio figlio: guarda che domani vado a Pasquetta con i miei amici,ah si? e dove andate? al mare e, mangiamo sulla spiaggia.Sapendo che andavano con la macchina di un suo amico non ero affatto contenta,anche perchè questo ragazzo ha preso la patente 8 mesi fa e il mare dista da casa mia circa 30 km. Non capisco come certi genitori permettono ai figli di allontanarsi con la macchina senza che abbiano un pò di esperienza in più per guidare.Cmq ho risposto a mio figlio speriamo che domani piove!..oh maaa, che cazzimm però,mi ha risposto :D Fatto sta, che ieri mattina mi sono alzata alle 6 per guardare il tempo,ebbene si, cielo pieno di nuvole nere vento e freddo; evvaiiii mi sono detta. Alle 8 entra in cucina mio figlio e il tempo non era migliorato,la prima cosa che fa è quella di uscire fuori al balcone,torna dentro,mi guarda male e dice: mi hai buttato una seccia! chi io? :D Un pò mi è dispiaciuto ma ha quasi 17 anni e per me è ancora piccolo anzi bambino.

Buona Pasqua

40 commenti

 Mi piacerebbe trovare un modo originale per augurarvi Buona Pasqua, ma credo che il mio pensiero e il mio affetto sincero bastino già….
Che la colomba di Pasqua vi porti tanta serenità e che Gesù vegli su di voi….. Auguri sinceri a tutti…

 

Riti della settimana Santa

35 commenti

La Settimana Santa  a Taranto(la mia amata città) è animata da riti cattolici antichi, che da tre secoli si tramandano inalterati e ancora oggi coinvolgono dal profondo dell’anima la città intera. I riti cominciano la Domenica delle Palme con un asta durante la quale i confratelli delle due congraghe si aggiudicano l’onore di portare in  processione le pesanti statue.. iI momento culminante si raggiunge con le tradizionali processioni dell’Addolorata (il Giovedì Santo) e dei Misteri (il Venerdì Santo) che sono una delle tracce della dominazione spagnola nell’Italia del sud. I confratelli sfilano lentamente  fino al’alba  col capo coperto da un cappuccio, i piedi scalzi,trascinando le statue della Vergine Addolorata,del Cristo Morto. Il passaggio de corteo religioso fra due ali di folla è accompagnato da una musica intensa e solenne….la mattina del Sabato Santo, nelle ore successive le manifestazioni si sospendono, è il momento della tristezza e della meditazione per la morte di Cristo. A mezzanotte, le campane delle chiese annunciano che Cristo è risorto. E’ l’annuncio pasquale che rimuove l’atmosfera penitenziale ponendo fine ai riti della Settimana Santa.

Tradizioni della Pasqua

45 commenti

Oltre alla processione(la via crucis) durante Settimana Santa;I simboli della Pasqua sono :la colomba simbolo di pace,  l’uovo simbolo di rinascita.  Simboli che si materializzano anche sulla tavola Pasquale, oggi come ieri.Il dolce pasquale classico a Taranto è: a’ scarcèdde …Le Scarcelle di Pasqua per i bambini sono sinonimo di festa: tante sono le forme divertenti che vengono date a questo dolce, dagli animaletti ricoperti di glassa colorata alle semplici ciambelle a forma di cestino con l’uovo sodo   al centro.Mia madre mi faceva la bambolina con lo zucchero a granelli sulla faccia,invece per i miei fratelli creava un gattino e, che profumo che c’era a casa mia ! Ricordo che il venerdì Santo mia madre non accendeva mai la radio, ci  diceva perchè  Gesù era morto,quindi era un giorno di lutto da rispettare,alle tre del pomeriggio infatti  si sentivano le campane suonare a morto.Ogni anno mio padre ci portava a vedere la processione dei Santi Misteri.Il giorno di Pasqua la mattina andavo a messa con mio padre o con le mie amiche di scuola,mia madre a casa per preparare il pranzo pasquale,c’erano quasi sempre i nonni a casa nostra.E poi il giorno della Pasquetta insieme ad altri parenti si andava a mangiare tutti insieme a casa di  mia zia in campagna e ognuno portava qualcosa da mangiare . Come rimpiango quei tempi dove ogni festa era veramente sentita con il cuore e le famiglie sempre unite.

 ECCO LA RICETTA
 Ingredienti:
 500 gr. di farina
 1/2 bustina di lievito per dolci
 100 gr. di zucchero
 1 pizzico di ammoniaca
70 gr. di olio extra vergine di oliva
 1 bustina di vaniglia
 2 uova glassa
 Mettete la farina a corona sul tavolo da lavoro. Nel centro mettete lo zucchero,le uova e impastate. Aggiungete la bustina di vaniglia, l’olio, il lievito per dolci, l’ammoniaca e amalgamate il tutto servendosi, se necessario, di un po’ di latte. Ungete una teglia con olio e spolverartela con la farina. Prendete l’impasto con le mani unte d’olio,e posizionatelo nella teglia dandogli la forma desiderata. Infornate e a cottura ultimata ricoprire il dolce con la glassa.

per la serie :ah Milo Milo!

51 commenti

20140412_133850 20140412_133854

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ed eccolo affacciato al balcone!Appena sente il rumore di una macchina salta sulla sedia e si affaccia…Questa immagine è di due giorni fa,la prima volta che lo ha fatto mi sono ammazzata dalle risate,ho chiamato mia figlia che stupita gli dice usando il suo dialetto napoletano:TU SI GRUSS! io invece che conservo il mio dialetto tarantino,gli ho detto:TU SI STUEDC! :D Insomma a Milo non gli piace scendere giù a passeggiare,io lo scendo cmq, la mattina e il pomeriggio e, lo porto poco distante da casa mia in un prato dove ci sono anche le panchine ,se io mi siedo lui salta sulla panchina e si mette in posizione  seduto per guardare le persone che passano,il bello è  che adesso si siede prima di me.L’altra mattina ho detto a mia figlia scendilo tu giù,perchè io ho da fare,va bene ,mi risponde lei, però lo porto in una villetta recintata dove ci sono altri cani. Dopo un pò mia figlia mi chiama sul cellulare:MAMMAAA! non è possibile, questo è seduto con me sulla panchina e guarda altri cani che corrono e giocano! questo non è un cucciolo è un vecchietto,mamma io torno a casa perchè faccio brutta figura…Ieri sera mia figlia gli mette la pettorina e si avvia verso la porta d’ingresso,andiamo Milo muoviti! lui si voltava verso di me e se facevo un passo avanti io, allora camminava,insomma ho dovuto accompagnarlo per tutte le scale.Mi ha fatto venire in mente quando mia figlia aveva due anni e andavo a casa di mia madre,ogni volta che dovevamo uscire lei si girava verso la nonna dicendo: nonna non chiudere la porta che adesso vengo e ,mia madre le diceva, no,sto con la porta aperta e ti aspetto :D a me sembra che Milo sia proprio un mammone!…Ogni tanto un guaio lo fa, come un pomeriggio,mio figlio prende la sua carta d’identità perchè gli serviva per andare a giocare al pallone fuori città e l’appoggia sul tavolo della cucina, si allontana per andare a preparsi il borsone, torna in cucina e mi chiama: mamma dove l’hai messo il documento,io non l’ho toccato sono in cameretta,vado in cucina e trovo sotto il tavolo Milo che rosicchiava la foto di mio figlio,abbiamo iniziato a rincorrerlo intorno al tavolo, ma si ferma solo quando ha finito di mangiare il ducumento leccandosi il muso…io incavolata e mio figlio dispiaciuto…Vabbè amò tu si troppo bello e Milo ti ha mangiato! eh che minchio però! risponde mio figlio e se ne va…

 

Buona Domenica!

15 commenti

Segreti…

50 commenti

Ognuno di noi,custodisce nell’animo,almeno un segreto …
Sarà capitato,lungo la nostra esistenza,di aver provato lo stupore di una rivelazione inaspettata,casomai, proprio da parte di quelle persone,che credevamo di conoscere sotto ogni aspetto …
Quanti mariti premurosi e devoti,hanno celato anni di tradimenti … quante mogli apparentemente entusiaste del loro matrimonio, non hanno mai espresso la loro insoddisfazione … in quante case,dietro la parvenza delle classiche famiglie del “mulino bianco”,si vive di divisioni ed incomprensioni …Verrebbe da dire,che gran parte della vita,per molte persone,si svolge in funzione di inganni,disonestà e finzioni,poiché non è sempre così semplice,mostrare il proprio io e in alcuni casi,diventiamo impenetrabili perfino a noi stessi …imagesf

il giudizio degli altri è così importante?

48 commenti

c71b222d-3819-4903-900a-14e9bf416532 La verità è che siamo influenzati dagli altri teniamo più in considerazione l’opinione degli altri che la propria e questo finisce per cambiarci.Le persone spesso devono trovare il male in chi prova a fare del bene. Magari forse per invidia o non so.Nel corso degli anni siamo stati spesso criticati e le critiche ci hanno fatto crescere e  migliorare ma a volte ci sono critiche gratuite, che capisci essere fatte per il solo gusto di fare del male.Qualunque cosa tu faccia trovi sempre chi sia disposto a puntarti il dito contro. Se stai a sentire la gente, alla fine non farai mai nulla e  ci sarà sempre qualcuno che ti criticherà o cercherà di metterti i bastoni tra le ruote….l’importante dovrebbe essere  non farsi condizionare e continuare sulla propria strada e su quello che si crede giusto da fare però non sempre è così.

AUGURI…….A TE

54 commenti

C’è una leggenda giapponese che dice che ognuno di noi nasce con un filo rosso legato al mignolo della mano sinistra. Questo filo ci lega indissolubilmente alla persona cui siamo destinati , il nostro grande amore , la nostra anima gemella. Le anime così unite sono destinate ad incontrarsi…ScreenHunter_1

 

E con questa bellissima riflessione vorrei fare gli Auguri di Buon Compleanno ad una Persona Speciale……2wdn59h.gif

Voci più vecchie

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.293 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: