le mie ricette pugliesi

Sono una Pugliese DOC! …..Voglio  omaggiarvi per il tempo che spendete a leggere i miei post; con delle  mie ricette Trantine.

La cucina tradizionale di Taranto è leggera ma molto completa che fa uso di alimenti che fanno parte della cultura tipicamente mediterranea, dove non può mancare l’olio extravergine d’oliva, dove sono sempre presenti gli ortaggi che ben si prestano per condire i primi piatti, ma all’occorrenza possono diventare un buon contorno in grado di accompagnare sia i secondi piatti a base di mare che quelli a base di carne…..Ed ecco la prima ricetta:

Chiancaredde con le cime di rapa:

Orechiette con le cime di rapa è uno dei piatti cardine della gastronomia di Taranto. La sua preparazione è semplice e richiede circa 30 minuti….. 300 grammi di orechiette, le tradizionali orechiette tarantine (quelle fatte in casa sono le migliori), 1 chilo di rape, 3 o 4 filetti di acciughe sott’olio, olio extra-vergine d’oliva pugliese, aglio e sale.
Dopo aver lavato le rape occorre eliminare la parte esterna delle foglie, lasciando solo le cime. All’ebollizione dell’acqua tuffarci le rape e, dopo alcuni istanti, anche le orechiette…Soffriggere nel frattempo 3 spicchi d’aglio pestati e le acciughe in 4 o 5 cucchiai d’olio fino a quando le acciughe si sciolgono. Scolare la pasta e le rape e, dopo averle reinserite nella pentola,mescolare col soffritto.
Buon appetito !

ndkgh2.jpg

Spaghetti con le cozze

Ingredienti:

500 gr. di spaghetti 1 spicchio di aglio, prezzemolo
500 gr. di pomodori olio extra vergine di oliva
1 kg. di cozze sale e pepe

Preparazione:

Dopo aver lavato bene le cozze, apritele utilizzando la punta di un coltello.Tenete da parte, con un po’ della loro acqua, i molluschi eliminandoli del guscio. In una padella fate rosolare un po’ d’olio ,l’aglio e il prezzemolo tritato. Unite le cozze e lasciatele insaporire nel soffritto, aggiungete i pomodori sbucciati e spezzettati, un po’ di sale e pepe. Mescolate il tutto e lasciatelo restringere su fiamma bassa per circa un quarto d’ora. Intanto lessate gli spaghetti, in acqua non troppo salata, scolateli e conditeli con la salsa di cozze.

 

ndkgh2.jpg

  Focaccia pugliese con cipolle

La focaccia ripiena con cipolle e olive è una focaccia tipica della gastronomia pugliese….Questa è fatta da me:

 Ingredienti per l’impasto

 gr. 500 farina 00
 dl 1,25 acqua
 gr. 10 sale
 gr. 25 lievito di birra
un pò di olio di oliva
  olive nere  e cipolle.

Impastiamo su una tavola di legno (spinatoia) la farina, aggiungendo piano piano l’acqua, schiacciamo il lievito di birra,l’olio,un pizzico di zucchero e  sale . La consistenza della pasta deve essere di una palla che rimane attaccata sulle nostre mani, la lavoriamo e impastiamo per almeno quindici minuti finchè si creano delle bolle che si gonfiano e sgonfiano.

Cuociamo le cipolle tagliate a fettine sottili, aggiungendo olio e olive nere, tagliate cuciniamo  a fuoco basso, mescolando con un po’ d’ acqua.Quando le cipolle sono pronte, dopo una quarantina di minuti le lasciamo freddare.

Al ritorno dalle nostre faccende prendiamo la palla e la dividiamo in due parti, accendiamo il forno a 200° e in una tiella stendiamo la prima parte della pasta, aggiungiamo le cipolle, e copriamo con la seconda parte della palla, cercando di chiudere bene i bordi della focaccia con i pollici.Mettiamo in forno, e cuociamo per un 40 minuti.

ndkgh2.jpg

LE PETTOLE

Ingredienti:

– 500 gr. di farina
– 1 dl. e 1/2 d’olio
– sale q.b.
– 30 gr. di lievito di birra
– 3 dl. di acqua tiepida
– olio per friggere

Impastare 1/4 della farina col lievito, sciolto in un poco d’acqua tiepida; far lievitare l’impasto per 1/4 d’ora in un luogo tiepido.
Con la farina rimasta fare una “fontana” sul tavolo e mettere in mezzo: l’impasto lievitato, un po’ d’olio, sale, e l’acqua tiepida.
Amalgamare pian piano con le dita sino a che risulti una pasta compatta; deve essere leggermente più molle della pasta per la pizza. Far lievitare nuovamente per mezz’ora…Far fumare abbondante olio in un padellone e gettarvi l’impasto a cucchiai (pochi alla volta); far dorare le pettole, scolarle leggermente gonfiate…..a piacere passarle nello zucchero e servire con del cioccolato caldo.

ndkgh2.jpg

Il mio dolce preferito

LA SBRICIOLATA:

ingriedenti:

400 gr di farina
150 gr di zucchero
100 gr di burro
2uova
1/2 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina, crema pasticcera.

In un’ampia ciotola mescolare la farina con lo zucchero, il lievito e la vanillina, quindi aggiungere il burro a tocchetti e le uova,lavorare velocemente gli ingredienti fino ad ottenere un composto granuloso,imburrare ed infarinare uno stampo a cerniera e versare al suo interno metà del composto disponendolo in maniera uniforme su tutta la base,mettere la crema pasticcera e a piacere cioccolato a scaglie,mettere sopra le restanti briciole.

tempo di preparazione: 10 min
Tempo di cottura: 30 min
Tempo totale: 40 min

Immag0157

ndkgh2.jpg

I MIEI DOLCI NATALIZI: LE CARTEDDATE

Questa ricetta è tipica del periodo natalizio. Fa parte del patrimonio culinario della Puglia. E’ un dolce che puo’ realizzarsi in due varianti,con il miele e  con il mosto cotto. Il nome italiano è cartellate, che in dialetto diventa carteddate..questa è la ricetta della mia mamma e che io faccio ogni anno.

ingredienti:

farina 500

1dl di olio extravergine di oliva

1 chucchiaio di zucchero

un pizzico di lievito per dolci

vino bianco

miele

diavoletti

Mettere la farina sulla spianatoia,unire,zucchero ,lievito e olio caldo fumante con dentro una buccia di arancia,impastare il tutto con il vino bianco q,b……stendere la pasta con il matterello e tagliare con la rotella delle striscie,formando delle rose che pizzicherete con le dita.Friggetele nell’olio bollente,metterle su un vassoio con carta assorbente..Adesso riscaldare 500 grammi di miele in una pentola alta,versare dentro un pò x volta le carteddate,scolarle e posarle su un piatto natalizio,versateci sopra i diavoletti….con la stessa pasta io faccio gli struffoli,da noi chiamati sanachiuddi…vengono tagliati come gli  gnocchi.

18177_106620069353497_7593716_ncartdett

ndkgh2.jpg

Riso patate e cozze
INGREDIENTI
per 4 persone
1 kg di Patate
1 kg di Cozze nere col guscio
pomodorini maturi
½ kg Riso
Q.b. Olio extravergine di oliva, Pepe, Prezzemolo cipolla
Pangrattato e chi lo desidera formaggio pecorino e dolce a spolverare
PROCEDIMENTO
Pulire esternamente e mettere le cozze chiuse in una pentola a fuoco lento, farle aprire, senza aggiungere acqua. Una volta aperte, dopo pochi minuti, raccogliere l’acqua che hanno tirato fuori e filtrarla.
Pulire ed affettare le patate tagliarle a rondelle. In una teglia antiaderente cospargere il fondo d’olio extravergine, mettere  una cipolla ( possibilmente rossa ) tagliata a fettine molto sottili, una spolverata di pangrattato, uno strato di patate tagliate a fette, , qualche pomodorino pelato , qualche cozza già aperta e pulita, una spolverata di riso crudo, e un’altra spolverata di prezzemolo tagliato a pezzettini, un filo d’olio.
Facciamo un altro strato di patate e pomodorini pelati, uno strato di cozze aperte a metà ( a coprire bene tutta la teglia), cioè con la sola valva inferiore ancora attaccata, una passata di riso che vada a cadere preferibilmente nelle valve delle cozze, un filo d’olio, prezzemolo tritato e spolverata di pangrattato.
Se si vogliono fare degli altri strati seguire il medesimo ordine, e spolverare appena di pepe ogni strato.
Prendere l’acqua raccolta e filtrata precedentemente dalle cozze e versarla nella teglia sino a coprirne tutto il contenuto, se non è sufficiente aggiungerne altra normale.
Per ciò che riguarda il sale, quando usiamo l’acqua delle cozze, dobbiamo tenere presente che quest’ultima è già salata, e quindi dobbiamo sempre aggiungerne poco, stando attenti a non rendere la pietanza salata.
Ora copriamo la teglia con della carta stagnola e, prima di infornarla, mettiamola a cucinare per circa 20 minuti su un fuoco normale della cucina a gas, facendo attenzione che, iniziando a bollire, non fuoriesca il contenuto.
Dopodiché inforniamo il tegame , sempre avendo acceso il forno un quarto d’ora prima e ad una temperatura di 200°.

Lasciamo cucinare per almeno tre quarti d’ora.imagesBBBB

ndkgh2.jpg

Le mie chiacchiere

300gr di farina

100gr di zucchero

un pizzico di sale

un chucchiaino di lievito paneangeli

scorzette di limone

un pò di liquore secco

100gr di burro

481537_10200297692785598_855561_n

ndkgh2.jpg

i miei tarallini con pepe e vino bianco

5oogr di farina

200ml di vino bianco

150ml di olio di oliva

20gr di sale fino

impastare tutto assieme e far crescere per 30 minuti,poi creare dei tarallini e buttarli in una pedntola di acqua che bolle,quando salgono a galla scolarli su un canovaccio e sistemarli sul piatto da forno a 200gradi per 30 minuti

Immag0313

ndkgh2.jpg

Le mie melenzane legere

10 minuti passate sotto il grill

con un pò di pomodorini

aglio tritato

e prezzemolo

infine aggiungere un pò di sale e olioImmag0317

ndkgh2.jpg

i miei bomboloni senza uova:

500gr di farina

80gr di burro

un cubetto lievito di birra

1 pizzico di sale

60 gr di zucchero

125 gr di latte

125 gr di acqua

SCIOGLIERE IL LIEVITO IN UNA CIOTOLA CON I 125 GR DI ACQUA,AGGIUNGERE IL SALE E 30 GR DI ZUCCHERO,COPRIRE E LASCIAR LIEVITARE X 2 ORE,DOPO AGGIUNGERE TUTTI GLI ALTRI INGRIEDIENTI,IO IL BURRO L’HO FATTO SCIOGLIERE NEL LATTE TIEPIDO…FAR LIEVITARE 2 ORE,POI TAGLIATE DEI DISCHI E FAR LIEVITARE 1 ORA.DOPO SI FRIGGONO.MIA FIGLIA NE HA FATTI UN Pò NEL FORNO E SONO VENUTI BUONISSIMI….AGGIUNGERE CREMA O NUTELLA.

Immag0322

La mia torta di mele:

250 grammi di farina

150 grammi di zucchero

3 uova

una tazzina di olio di semi

una bustina di lievito

buccia di limone

3 mele

HO PRESO UNA TEGIA TONDA L’HO MESSO SUL FUOCO E HO FATTO CARAMELLARE UN Pò DI  ZUCCHERO CON UN POCHINO DI ACQUA…IN UNA CIOTOLA HO SBATTUTO LE UOVA CON LO ZUCCHERO E IL LIMONE GRATTUGIATO,HO AGGIUNTO LA TAZZINA DI OLIO E HO AMALGAMATO ,POI HO AGGIUNTO LA FARINA,LIEVITO SCIOLTO CON UN Pò DI LATTE……HO AGGIUNTO UNA MELA E MEZZO TAGLIATA A DADI….NELLA TEGLIA CON IL CARAMELLATO HO MESSO UNA FETTA DI MELA  ROTONDA AL CENTRO E TAGLIATA A SPICCHI PER TUTTA LA TORTIERA,HO ROVESCIATO SOPRA IL COMPOSTO DEL DOLCE E MESSA IN FORNO PER 40 MINUTI A 150 GRADI….QUANDO è ANCORA TIEPIDA ROVESCIARE LA TORTA SU UN PIATTO E GIRARLA SU UN ALTRO PIATTO……NON è BRUCIATA è SOLO CARAMELLATA SOPRA, ED è VENUTA SOFFICE SOFFICE…….INSOMMA UNA DELIZIA.CAM00012

TORTA AL CIOCCOLATO

Questa torta l’ho fatta ieri per l’onomastico del fidanzato di mia figlia:

200gr di farina

100gr di amido di mais

3 tuorli e 3 albumi montati a neve

un pizzico di sale

150gr di zucchero

mezzo bicchiere di latte con dentro sciolto il pane angeli

una stecca di cioccolato fondente sciolto a bagno maria con un po di burro e aggiunto per ultimo all’impasto

40 minuti in forno a 160 gradi…..

raffredata la torta ,tagliatela a metà bagnatela con liquore a piacere,mettere uno strato di panna e uno di nutella.

chiuderla con il sopra e spalmarla di nutella, mettere smarties sopra e kitekat intorno……CARINA NO?

1476386_10202234381441604_159171343_n

 

BISCOTTI ALLA NUTELLA

2000gr di nutella

1 uovo intero

180gr di farina

1 pizzico di pane angeli

 

Prendete gli ingredienti previsti e mescolateli in un contenitore.Prima con un mestolo e poi a mano,fino ad ottenere una palla belle omogenea.Prelevare delle palline d’impasto,schiacciarle leggermente e deporle sulla placca del forno.
Cuocetele a 170 gradi per una decina di minuti circa (non di più perchè dentro devono rimanere belli morbidi.)  su una teglia rivestita di carta forno
Una volta freddi,una bella spolverata di zucchero a velo se vi piace e buona merenda!!Biscotti veloci alla Nutella

 

Rotolini ripieni

Prendete le fette di pancarre’al latte e le assottigliate leggermente col matterello,farcite come vi pare,io ci ho messo prosciutto cotto e scamorza affumicata, arrotolarli e chiuderli con pellicola trasparente, lasciarli riposare in frigo per mezz’oretta circa …passarli nell’uovo sbattuto, pangrattato e friggere. Una vera goduria.

64 commenti (+add yours?)

  1. fantasticandoinsieme
    Nov 27, 2012 @ 18:07:48

    Ti invio il link del mio blog di cucina, se vuoi vai fare un giretto!
    http://cucinandoinsieme.wordpress.com

    Rispondi

  2. Laura
    Nov 30, 2012 @ 22:38:08

    Ma che buona Sara, la preparo, me la sono segnata, un bacione!!!!!

    Rispondi

    • melodiestonate
      Dic 02, 2012 @ 15:47:08

      Laura la sbriciolata l’ho fatta oggi, guarda che bella

      Rispondi

      • Laura
        Dic 10, 2012 @ 14:04:42

        Ma dov’e’ nelle ricette!!!

        Rispondi

  3. ideeintavola
    Dic 02, 2012 @ 22:20:22

    Wowww…le ho viste solo ora!!!Mi piace sperimentare ricette che provengono da ogni parte della nostra bellissima Italia, quindi presto proverò anche le tue!!!Grazie!!! Baci

    Rispondi

    • melodiestonate
      Dic 02, 2012 @ 22:30:55

      hai visto che belli?……dell’Immacolata farò le carteddate,quella foto è dell’anno scorso

      Rispondi

  4. saveriogaeta
    Dic 07, 2012 @ 10:23:41

    Aspettiamo anche quella ricetta natalizia!!🙂

    Rispondi

  5. itacchiaspillo
    Dic 19, 2012 @ 08:40:24

    ciao melody, una domanda sulle pettole… se le preparo stamattina (ma nella versione salata) finchè sono a casa, per offrirle stasera che ho un aperitivo, risultano buone lo stesso? le devo mettere in forno a scaldare?

    Rispondi

    • melodiestonate
      Dic 19, 2012 @ 20:55:11

      scusami tacchi a spillo ti leggo solo adesso…….le hai fatte le pettole?…cmq sono buone appena fatte….un bacio

      Rispondi

      • itacchiaspillo
        Dic 20, 2012 @ 11:21:38

        fatte!!🙂 sono buonissime appena fatte!!

        e i miei ospiti erano talmente affamati che le hanno mangiate tutte anche se riscaldate!!🙂

        grazie della ricetta ho fatto un figurone!🙂

        Rispondi

  6. arcadiamix
    Gen 09, 2013 @ 02:22:33

    son proprio stonata… mi son rubata la pizza con le cipolle e le pettole e non ho badato alla tarantinità della tua nascita… uff… la notte… baci !!

    Rispondi

  7. Donna
    Gen 14, 2013 @ 00:49:05

    Miiiii pugliese seiii! Anchiooooo!Che bello!

    Rispondi

  8. Sale Zucchero e Cannella...
    Gen 25, 2013 @ 13:24:56

    😛

    Rispondi

  9. topinapigmy
    Feb 06, 2013 @ 22:48:59

    Oh ma sei fantastica!!! Cavoli Melody, ogni giorno scopro qualcosa di nuovo su di te di bellissimo!!!

    Rispondi

  10. arcadiamix
    Feb 06, 2013 @ 23:08:31

    questa è una delizia crudele, sono golosa di chiacchiere accidenti e vederle ora mi si materializzano odori e aromi di zucchero vanigliato limone fresco e rum… mammaggia che buone!!!!!!! grazie avevo bisogno di dolcezze…:O)

    Rispondi

  11. gingerandpeppermint
    Feb 07, 2013 @ 18:33:32

    che belle le tue chiacchiere sabato provo queste

    Rispondi

  12. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Feb 13, 2013 @ 20:40:57

    Eccole le tue chiaacchiere😀
    chissà che buone😀
    gnam gnam😀
    buonaserata ^-^

    Rispondi

  13. gingerandpeppermint
    Feb 17, 2013 @ 15:35:55

    Ma come ! Siamo in Quaresima ( e cioè a dieta) e tu fai i bomboloni ? Che invidia !

    Rispondi

  14. ideeintavola
    Feb 18, 2013 @ 00:01:14

    Ma sono io ciecata o la ricetta dei bomboloni non c’è???

    Rispondi

  15. Donna
    Feb 18, 2013 @ 01:29:33

    Tutti piatti genuini della nostra amata Puglia altro che cibo spazzatura!

    Rispondi

  16. sarafeelsfood
    Mar 04, 2013 @ 12:39:25

    Ciao…che fame che mi hai fatto venire…se hai tempo e voglia…sbircia qui: feelfoodspeaks.wordpress.com
    Buona giornata!
    Sara

    Rispondi

  17. LauraDesign
    Mar 09, 2013 @ 04:39:32

    Adoro la cucina pugliese !!

    Rispondi

    • melodiestonate
      Mar 09, 2013 @ 21:51:41

      grazie, secondo me è la più semplice e più buona e poi non è molto grassa…

      Rispondi

      • LauraDesign
        Mar 09, 2013 @ 23:53:09

        La conosco bene… ho avuto una suocera pugliese per parecchi anni…😉 e quindi una eccellente maestra…… so fare benissimo le orecchiette fatte a casa!!

        Rispondi

  18. il barman del club
    Mag 12, 2013 @ 21:03:18

    mia madre è di Termoli e tante di queste leccornie le conoscevo, anzi il è mio palato che non riesce a dimenticarle. Quanta nostalgia… io non sono mai riuscito a farle alla stessa maniera, nonostante seguissi la ricetta alla lettera!

    Rispondi

    • melodiestonate
      Mag 12, 2013 @ 21:14:14

      io ho imparato molto da mia madre e continuo a cucinare le ricette pugliesi anche se vivo in campania….

      Rispondi

  19. Daisy Fairydust
    Ott 06, 2013 @ 15:18:49

    Ti seguo da così poco tempo che non mi ero resa conto che anche tu fossi PUGLIESE DOC!!!🙂 Allora compaesana, ne abbiamo da condividere di cose…🙂 Buona domenica anche a te!!! :-*****

    Rispondi

    • melodiestonate
      Ott 06, 2013 @ 17:29:22

      eh si, sono una tarantina verace come le cozze:D…..un bacione

      Rispondi

  20. zorapide
    Nov 27, 2013 @ 08:14:05

    Spaghetti alle Cozze!
    Tutta la vita!

    Rispondi

  21. Laura
    Dic 10, 2013 @ 18:21:36

    Sara che buoni, li ho segnati da fare, poi provo a fare gli struffoli con gli ingredienti che hai scritto, mia mamma li faceva a Natale, buonissimi, anche se sono fritti, ne faccio pochi, per far contento mio papa’, bacioni!!!!

    Rispondi

    • melodiestonate
      Dic 11, 2013 @ 07:37:18

      guarda Laura che i miei struffoli sono diversi da quelli napoletani, loro ci mettono le uova e sono duri, i miei sono friabili……prova a farli….

      Rispondi

      • Laura
        Dic 11, 2013 @ 17:50:31

        E si, ho visto, provo!Baci!!

        Rispondi

  22. arthur
    Dic 15, 2013 @ 13:01:45

    La focaccia pugliese e le pettole deve essere buonissima, le provo senz’altro.

    E poi, mannaggia, quando è che fai gli spaghetti con le cozze? Magari, chissà, dovessi trovarmi da quelle parti…🙂

    Rispondi

  23. Vanni
    Mar 06, 2014 @ 14:20:55

    Amo le ricette pugliesi, amo la puglia, mia moglie è di Martina Franca!🙂

    Rispondi

    • melodiestonate
      Mar 06, 2014 @ 14:23:30

      è bellissima martina franca….

      Rispondi

      • Vanni
        Mar 07, 2014 @ 10:34:11

        un territorio meraviglioso, mi sa che ci vado a vivere quando sarò ahahaah! in pensione.🙂

        Rispondi

  24. capsilla
    Apr 01, 2014 @ 16:04:21

    complimenti! le ricette tarantine hanno sempre il loro fascino..parola di una tua concittadina!

    Rispondi

  25. dorotea
    Set 17, 2014 @ 22:59:52

    Ecco, come ogni volta che spuntano fuori le orecchiette con cime di rapa io sento il mio essere pugliese doc vacillare. Mamma mia, proprio non ce la faccio a farmele scendere. Mi domando sempre se guarirò diventanto grande!😉

    Rispondi

  26. Laura
    Set 27, 2014 @ 16:09:26

    Che buoni i rotolini ripieni, segnati, li faro’, baciotti Saretta, buon weekend!❤

    Rispondi

  27. ilsabatomattina
    Feb 26, 2015 @ 14:59:15

    oddio quanta roba buona!!!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: