Ieri sono stata in cartolibreria per acquistare i libri per mio figlio che frequenta il quarto anno di ragioneria.E ho portato 2 borse piene di libri del terzo anno che non gli servono più per venderli e ricavare qualcosa…Di tutti quei libri la mia amica proprietaria della cartolibreria mi ha detto: è buono solo uno,gli altri li puoi buttare! possibile? guarda bene? le ho detto…ci sono due  libri ancora con il cellophane completi di cd e mai usati…Ogni libro ha un costo dai 25 ai 45 euro,soldi buttati..quindi i  libri usati l’anno scorso da mio figlio non sono più in uso.E c’erano anche altri genitori che si lamentavano per la stessa cosa. La mia indignazione, contro la mafia degli editori di libri. Perciò ben vengano i libri unici, non si può andare avanti così!!
  Alla fine la storia è sempre quella, cioè non è che su un libro la guerra mondiale la vincono gli americani e sull’altro i tedeschi, che senso ha avere 3 tipi di libro differenti? e cambiare ogni anno edizione e  stessa cosa per le altre materie! ormai i libri hanno spese insostenibili, ma sopratutto ci prendono in giro alzando i prezzi ogni anno con nuove edizioni .Va bene le teorie degli orientamenti della scuola, sinistra destra centro sopra sotto, però credo che una volta adottato un libro, mi sembra anche giusto mantenerlo per un determinato numero di anni!
per evitare spreco e lucro sulla vendita del sapere…E anche questo mese stringiamo la cinghia no per le bollette da pagare ma  per comprare i libri!

Foto

Annunci