Le borse delle donne ! a cosa servono così grandi? Per anni, ho mantenuto la passione per borse piccolissime.
Mi bastava che ci fosse spazio per il cellulare, le chiavi ed il portafoglio.Alcune erano talmente piccole che riuscivo a farci entrare giusto la moneta necessaria ed un documento.Dovevano essere soprattutto originali: realizzate all’uncinetto, tempestate di  perline o con le frange stile charleston,di forma tonde o quadrate.
Tutto andava bene, purchè piccola. Con il tempo sono passata a quelle di media grandezza.
All’interno assomigliano ad una città in miniatura.C’è la tasca della farmacia: antidolorifici, cerotti, assobente, salviettine e fazzolettini. C’è la chiesa:  un ‘immaginetta sacra più un rosario profumato alla rosa, ma non ricordo chi me lo ha regalato.Poi c’è un block note con la sua pennina rosa,gli occhiali da sole e quelli per leggere da vicino, visto che  ho una certa età.
Il  portamonete dall’aria retrò ed un portafoglio di dimensioni extralarge, dotato di infinite tasche dove, più che denaro , carte di credito e documenti, si conservano ricordi.
Foglietti di pubblicità e decine di scontrini dimenticati.Caramelle e gomme da masticare, le sigarette con accendino,e il borsello trucco emergenza……..i cellulari e se ci sono nuvole,sommerso dall’infinità di roba che nessuno sa come riesca a star lì dentro” l’ombrello”. La mia borsa è un  piccolo mondo incantato,tipo Mary Poppins.
Ma come mai faranno gli uomini?…..hanno portafoglio in tasca pantaloni lato B,sigarette se fuma in una  tasca della giacca e nel taschino interno giacca cellulare, una penna ,qualcuno ha  un preservativo e  le chiavi? sempre in mano…………….

Immagine