Personalmente non mi sembra che sia una giornata da festeggiare…ma da ricordare!..Nel 1908 alcune operaie dell’industria tessile..cominciarono a scioperare per protestare contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare,fatalità volle che un grosso incendio scoppiasse proprio all’interno della fabbrica e ben 129 operaie bloccate al suo interno morissero arse dalle fiamme…a seguire negli anni l’8 marzo è diventata  una festa di grande importanza,che ha segnato una svolta nel riscatto delle donne nel contesto sociale, che le ha viste negli anni, protagoniste nell’affermarsi con dignità nel riscatto della libertà, della stessa femminilità, nell’emancipazione, parità di diritti e opportunità nel contesto lavorativo, politico e sociale… malgrado ciò, è evidente che molto ancora resta da fare e da lottare…non dimentichiamo donne che vengono molestate e uccise  quasi ogni giorno da fidanzati, mariti o ex… e poi ci sono  le donne di quei paesi sottosviluppati, dove ancora oggi vengono umiliate solo per la semplice colpa di essere donne….. RICORDATEVI “Noi  DONNE  non abbiamo bisogno di aspettare l’ 8 MARZO per sentirci tali…Siamo ORGOGLIOSAMENTE  DONNE 365 giorni l’anno!”

La donna uscì dalla costola dell’uomo, non dai piedi per essere calpestata, ne dalla testa per essere superiore. Ma dal lato per essere uguale, sotto il braccio per essere protetta e accanto al cuore per essere amata.

William Shakespeare

Annunci