Sul forum di STAR BENE ho letto questo e voglio condividerlo con voi…..”La strada verso la felicità non è sempre dritta:esistono delle curve chiamate Errori,dei semafori rossi, chiamati Amici,delle luce di emergenza, chiamate Famiglia.Tutto si paga, ma tutto è realizzabile. Hai sempre a disposizione una ruota di scorta chiamata Decisione,un potente motore, chiamato Amore,tanta benzina, chiamata Pazienza,un conducente esperto chiamato Volontà”… Io dico che purtroppo il concetto di felicità come quello di libertà, giustizia e così via sono concetti talmente grandi e astratti che tutt’ ora penso che abbiamo ognuno delle idee diverse in merito… Tuttavia la felicità “dovrebbe” essere il momento del massimo raggiungimento di uno stato di benessere con noi stessi e con gli altri, cioè quando non abbiamo bisogno più di nient’ altro per stare meglio perchè meglio non possiamo stare. Io purtroppo credo che la felicità non esista, che sia quasi come un mito, che sia stata creata dall’ uomo stesso come realtà alternativa alla nostra a cui tendere, agli uomini fa “comodo” pensare che la felicità esista perchè ci dà uno scopo, un motivo per vivere, è il traguardo a cui noi tutti aspiriamo… MA quest’ eden in terra non credo che esista, certo ci sono momenti della nostra vita che ci fanno sorridere, allegri, spensierati, quasi felici… Ma sono brevi e momentanei, tutto a questo mondo svanisce e il tempo cancella ogni traccia e corrompe ogni cosa, sarebbe paradossale credere che una condizione talmente perfetta quale, quella dell’ essere felice sia possibile qui e,specialmente di questi tempi!

Annunci