Specchio, specchio delle mie brame, chi è la più bella del reame? Devo proprio rispondere? Sì. Guardati allo specchio e dimmi cosa vedi. Una donna che non mi piace. Cioè? Che cosa non ti piace? Non so… un pò tutto ciò che vedo. Quella lì non sono io. No? E allora chi è? Un’infame! Una strega cattiva che mi avvelena la vita. Che mi impedisce di avere un buon rapporto con me stessa. Che mi allontana da tutto e da tutti. Mi rende infelice. La vorrei morta!……Quante donne dicono questo guardandosi allo specchio!!!!!!
E quante donne carine e anche  belle, si “massacrano” davanti allo specchio mortificando l’autostima e rinunciando a vivere la propria vita perché si sentono diverse da quell’immagine che vedono riflessa.In una trasmissione è stata intervistata una ragazza di 22 anni che ha chiesto ai suoi genitori come regalo di compleanno di sottoporsi ad interventi di chirurgia  estetica per somogliare a Monica Bellucci….Suo padre era in collegamento sempre in diretta e ha risposto che per accontentare sua figlia ha speso 27 mila euro…Adesso lei è pentita e vuole ritornare com’era prima….pazzesco!…Un giorno Dio dovrà dirmi perché ha fatto le donne così forti da resistere a un evento traumatico come il parto e anche così stupide da perdersi dietro ad uno specchio. Ma so già cosa potrebbe rispondere: “
Mia cara, io ho creato le donne: esseri perfetti e bellissimi. Non è per causa mia che si sentono brutte. Io sono il Creatore, non il mago Silvan! Non faccio giochi di prestigio, non creo illusioni, io sono la Verità! Ma a loro la verità non piace”. Già… La verità. Infatti è solo partendo dall’accettazione e l’amore verso se stessi che l’essere umano si realizza. Quand’ero ragazzina, verso i dodici tredici anni, anch’io ero così: non mi piacevo volevo essere perfetta avevo dei complessi tipo il seno troppo grande, un orecchio a sventola,sembravo più grande dell’età che avevo,in più avevo i brufoli…. però dentro ero una donna forte, bellissima, un’eroina dei fumetti che tanto amavo.Ciò che vedevo fuori davanti allo specchio non mi apparteneva. Mi vedevo anonima, una come tante. Mentre io ero speciale! Sapevo d’essere speciale. Crescendo ho fatto un duro lavoro su me stessa, ma alla fine quello che ho ottenuto mi piaceva: finalmente ero io! No, niente chirurgia estetica,piccole correzioni in modo naturale. Man mano che andavo avanti, la piccola ragazzina “anonima” si trasformava in una donna sicura e ricca di fascino. E da allora, niente ha fermato il mio cammino. Gli anni sono passati: i venti hanno lasciato il passo ai trenta e dai trenta sono passata ai quaranta e oltre. Ma il trascorrere degli anni non mi fa paura. Anzi! Quando mi guardo allo specchio vedo sempre una bella donna, con qualche ruga in più sì, ma così luminosa da oscurare tutti i segni del tempo. E anche se il mio corpo è naturalmente cambiato,”non sono proprio floscia” non faccio drammi. Non sarà per qualche imperfezione in più a togliermi la serenità. Da peggior nemico, lo specchio è diventato il mio migliore amico!….Specchio, specchio delle mie brame, chi è la più bella del reame?….Ma che domande!…SEI TU!! 😀

Annunci