..Alla base c’è sempre una delusione d’amore? ....O è colpa delle donne se gli uomini non si impegnano?
Se gli uomini sono così immaturi, anaffettivi e rifuggono da un impegno stabile,ebbene sì, penso che  è anche colpa delle donne…
Un tempo le ragazze si facevano corteggiare, dimostravano di dare valore a loro stesse e al loro corpo. Un uomo doveva impegnarsi per conquistarle, dimostrare di nutrire sentimenti profondi e di garantire loro protezione e un futuro.
Adesso  le donne corrono dietro ai maschietti e gli uomini sono diventati pigri: hanno tutto e subito senza fare sforzi, non devono prendersi un impegno nè fare delle scelte.Le donne sono talmente deluse dalla relazioni che si aspettano poco e chiedono sempre di meno, accettando situazioni  sentimentali al limite dell’assurdo…Il risultato è che gli uomini danno sempre di meno e,non solo non sono motivati a dare ma non rispettano neanche una donna che si svende.
Una volta chiesi ad un mio amico:Sei un bell’uomo come mai sei ancora single? E lui rispose:” sono deluso dalle donne,se una donna è davvero una grande persona sono pronto a dedicargli tutto me stesso, ma finora ho incontrato solo donne belle o meno belle ma mai grandi donne, cerco di  stare in armonia con me stesso e non portarmi al letto chi mi pare,ma assoluta astinenza sessuale come è giusto che sia.L’amore lo faccio quando sono innamorato di nuovo”….. Credo che non è un peccato non innamorarsi, è un peccato innamorarsi e sopprimere il sentimento quando arriva per paura o per scelta..Ma ci sono tante tipologie di single: Quello ancora giovane che preferisce divertirsi e fare sesso con chiunque,c’è quello innamorato ma cmq si dichiara single per acchiappare sempre,c’è quello innamorato ma immaturo,  irresponsabile ed ha paura di affrontare un rapporto serio e duraturo sotto lo stesso tetto… ma siccome non vuoi demolire la sua autostima si inventa che è single  per scelta sua…E poi c’è il single bravo come un  contadino: lui si impegna a coltivare il proprio campo, ogni giorno, dal mattino alla sera. Nel breve periodo non ottiene molti frutti, il raccolto può anche andare male. Ma in un periodo di tempo, lui costruisce una ricchezza che chi salta da un campo all’altro non può conoscere. E se le sue cure sono amorevoli, il campo non sarà mai sterile.
E’ questa la  differenza: chi sceglie un rapporto duraturo, sa che deve metterci lo stesso impegno che ci mette un contadino per rendere verde e fertile un pezzo di terra arida. I vantaggi sono la condivisione dei frutti del proprio sforzo con il partner, il goderne e, l’avere il sostegno nei momenti di difficoltà….Per concludere dico che può essere anche bello e  comodo essere single ma in un età più giovane.  Dopo i 55 anni, la condizione di single diventa decisamente poco invidiabile…e non solo per le poche possibilità di incontri amorosi o di una relazione d’amore ma, in una fase così delicata della propria esistenza la solitudine si fa sentire con forza:si hanno meno energie e meno voglia di uscire e si ha  bisogno di qualcuno che dia supporto.
In questa fase della vita si ha più bisogno di compagnia e di condividire la quotidianità,in maniera più serena...E poi ci possono essere problemi di salute,problemi economici o lutti da affrontare; la presenza di un partner in questi momenti può essere un aiuto inestimabile, mentre l’assenza di una relazione affettiva incide pesantemente…..Insomma se c’ è  una persona che ci dia affetto e ci aiuta a  migliorare  la nostra vita, che ben venga,altrimenti vale sempre il detto : meglio soli che male accompagnati!


Annunci