l’amore e l’amicizia….

110 commenti

 Per restare in tema con il post precedente propongo e chiedo: Le persone che hanno vissuto insieme un amore si dovrebbero accompagnare con affetto per tutta la vita?…  Dopo una storia d’amore ,può esserci un amicizia  importante?.  Vedendo come si concludono le storie d’amore al giorno d’oggi, con rotture drammatiche e interruzioni radicali di rapporti durati anche anni, penso che sia davvero una fortuna riservata a pochi…Secondo me
s
e era vero Amore due persone non rimangono amici, anzi diventano amici, due che in realtà erano già amici e non amanti.
Credo che in entrambe le persone resta viva una ferita dentro di se dopo un addio, in modo diverso. Resterà qualcosa che non si dimenticherà mai.
Se uno dei due vuole rimanere amico svaluta tutto ciò che c’è stato o che forse non c’è mai stato… quindi
se si rimane amici  significa che uno dei due non ha mai amato l’altro…Però può succedere che a distanza di anni quando entrambi hanno una vita più serena,ci si incontri per strada e si parla come due vecchi amici o magari una telefonata ogni tanto può anche starci bene….

Pensate anche voi,  che sia un peccato che dopo l’amore non  resti una buona amicizia? o si tronca in tutto e basta?
.

l’amicizia….

83 commenti

 Di recente, qualcuno mi ha detto che l’amicizia tra uomo e donna non può esistere…Ci sono persone incapaci di stabilire un legame di vera amicizia con l’altro sesso, altri invece che, reputano possibile un sentimento così grande, pur sapendo che è raro… Un parere personale?
io ci credo…ho sempre avuto più amici  che amiche…Per me 
l’amicizia esclude totalmente la componente sessuale, si basa su altri valori importanti quali; la stima, la realtà, la sincerità, la fiducia e il rispetto reciproco e non da importanza, se sei bella o brutta. Insomma… ..l’amicizia è! Punto e basta,perché è uno dei sentimenti più nobili che la spiritualità umana riesca ad esprimere. Secondo voi esiste o no  l’amicizia tra due persone di sesso opposto? 

Letti separati o no?

92 commenti

Una volta dormire insieme era considerato uno dei tanti atti d’amore previsti dal matrimonio o dalla convivenza e, chiedere al proprio partner di dormire altrove era considerato tabù…Col tempo  però, le esigenze si sono modificate, soprattutto per il gentil sesso, che oggi sembra decisamente più propenso alle camere separate, anche contro la volontà degli uomini che si rivelano, invece, più tradizionalisti….Io ad esempio sono favorevole a dormire in camere separate a, prescindere se si ama o non si ama” solo che mi manca la camera in pù”……Quel russare da locomotiva, quel suo rigirarsi come una cotoletta o come un elefante, quella sua sveglia la mattina che fa bi-bi-biiiiip un miliardo di volte quando voi avreste diritto ancora un bel quarto d’ora di sonno in più?Che dite? Sareste disposte a rinunciare al salotto per avere due camere da letto?  Io sììì….In casi in cui non c’è più l’amore o un rapporto di coppia,o magari solo per dormire meglio … le stanze separate possono essere una via d’uscita?…. ho letto un argomento che diceva: “Il desiderio di dormire in camere diverse può contenere in sé un giusto suggerimento, relativo alla sessualità…. Per molte donne l’intimità fisica con il partner non può essere l’atto finale di una giornata stancante, scontato perché si condividono le lenzuola. Ma deve essere scelto e costruito”…….trovo che sia giusto… Insomma, non basta allungare un braccio e pensare che sia tutto a portata di mano…….ecchecavolo…..

Dormire con un elefante….

76 commenti

Una giornata iniziata malamente !……… Ma è possibile che devo dormire male?…..Insomma nel letto non ho un marito ma un elefante da circo,si gira e rigira di continuo e lo fa saltando …lo so non mi credete….ma questa cosa mi irrita tanto da non dormire bene e lasciarmi nervosa per tutta la giornata…..Ecco ad esempio stamattina mi sono alzata prestissimo per disperazione e, sono più stanca di quando mi sono messa a letto ieri sera….. E’ ancora  buio che sembra notte; ho  preso il caffè sul balcone… e l’unica cosa che è riuscito a rilassarmi è stato vedere il cielo stellato…Osservando le stelle mi ha ricordato quando ero bambina, di sera  con un cielo così bello,mio padre diceva a me e ai miei  due fratellini: Vediamo chi per prima riesce a trovare il carrettino dell’orsa minore e il carretto dell’orsa maggiore,io non riuscivo mai a trovare quello piccolo e mi arrabbiavo ,ma dov’è? e lui rispondeva: lì guarda, ed io nulla,i miei fratelli erano  molto più bravi di me…Stamattina li ho inquadrati subito i carretti,incazzata vedo meglio,mi sa !:D…( fine della poesia)!…Sono rientrata in cucina e pensate che alle 7 stavo già cucinando  i fagioli.  Si alza mio figlio entra in cucina e  mi fà: Mà…che è sta puzza di …? mettendosi la mano sotto il naso…. Rispondo con un tono alterato: Sentiii, oggi non è giornata prenditi il latte e sparisci!!!!…Quando mi sono calmata, mi son detta: MELODIESTONATE LA MENOPAUSA NON FA PER TE ! 😀

Buona Domenica

45 commenti

sopravivere al cambio di stagione……

80 commenti

Ci sono due periodi dell’anno che mi fanno stare in ansia e sono i cambi degli armadi. E’ quindi il momento di tirare fuori dall’armadio i capi invernali e, prima di riporli, faccio un piccolo inventario della situazione. Prendo tutto il tempo che mi occorre, ma tenendo presente che la “prima volta” è sempre la più difficile…… davanti allo specchio a figura intera…..indosso un capo alla volta guardandomi con calma….Inizio a farmi domande: Come mi sento dentro questo  cappotto? Goffa? Infagottata? Forse il “taglio” è fuori moda? oppure non mi vedo più con questa linea…… La gonna è troppo corta? e se non fosse più adatta al mio corpo? Con il tempo il corpo si modifica… fortuna che questa stagione mi ritrovo con qualche chiletto in meno….. Forse è meglio metterla da parte… Il colore di quella giacca non mi dona più? E’ stato un acquisto sbagliato? Allora via, buttare! E questo paio di pantaloni? Da quanto tempo è fermo nell’armadio e non lo metto più? Otto anni??? Decisamente troppo: è ora di disfarsene. Dico sempre che ogni anno farò pulizia e butterò le cose che non metto, ma riesco solo a liberarmi di poche cose. La regola credo che sia “se non lo metti per due stagioni non lo metterai più” ma faccio un po’ di fatica a metterla in pratica…..E se io dopo 5 anni mi rendo conto che quei pantaloni mi mancano?…..allora cerco di eliminare il meno possibile…….Uffa….. Il mio armadio diventa sempre più piccolo….. il mio sogno? una cabina armadio

I paletti come l’elefante

84 commenti

Quando ero piccola andavo al circo soprattutto perché mi piacevano gli animali. Ad attirarmi era in particolar modo l’elefante, perchè durante lo spettacolo quel bestione faceva sfoggio di un peso, di una dimensione e di una forza davvero fuori dal comune.
A colpirmi tuttavia era anche il fatto che dopo il suo numero e fino a un momento prima di entrare in scena, l’elefante era sempre legato a un paletto conficcato nel suolo, con una catena che gli imprigionava una delle zampe.
Eppure il paletto era un minuscolo pezzo di legno piantato nel soltanto per pochi centimetri. E anche se la catena era grossa e forte, mi pareva ovvio che un animale in grado di sradicare un albero potesse liberarsi facilmente di quel paletto e fuggire.  Perché non scappava? L ’elefante del circo, nonostante la sua forza e le sue monumentali dimensioni, non scappa perché è stato legato a un paletto simile quando era molto molto piccolo…Chiusi gli occhi e immaginai l’elefantino indifeso appena nato, legato al paletto. Immaginavo che in quel momento l’elefantino provasse con tutte le sue poche forze a spingere a tirare, nel tentativo di liberarsi, ma che nonostante gli sforzi non ci riuscisse perché quel paletto era troppo saldo per lui.
E’ dunque questa la conclusione di questa triste storia: l’elefante enorme e possente che vediamo al circo non scappa perché, poveretto, crede di non poterlo fare.
Reca impresso il ricordo dell’impotenza sperimentata subito dopo la nascita.
E il brutto è che non è mai più ritornato seriamente su quel ricordo. E non ha mai più messo alla prova la sua forza, mai più…

Anche noi esseri umani abbiamo i nostri paletti che ci tengono imprigionati…

Anche noi siamo un pò tutti come l’elefante del circo: andiamo in giro inconsapevoli, incatenati a centinaia di paletti che ci tolgono la libertà.
Viviamo pensando che “non possiamo” fare una serie di cose semplicemente perché una volta, quando eravamo piccoli o nelle nostre esperienze passate di adulti, ci abbiamo provato e abbiamo fallito, oppure perché, qualcuno ci ha detto e ripetuto che non saremmo stati in grado di farlo.
Allora abbiamo fatto come l’elefante, abbiamo inciso nella memoria questo messaggio: non posso, non posso e non potrò mai!
Siamo cresciuti portandoci dietro questo messaggio che ci siamo trasmessi da soli, perciò non proviamo più a liberarci del paletto.
Quando a volte sentiamo la stretta dei ceppi e facciamo cigolare le catene, guardiamo con la coda dell’occhio il paletto e pensiamo: “non posso e non potrò mai…”
Viviamo condizionati dal ricordo di qualcosa accaduta durante la nostra infanzia o nel nostro passato, nonostante oggi non esista più…
Cosa sono dunque questi paletti che ci tolgono la libertà?
Questi paletti sono le nostre credenze o convinzioni limitanti che non ci permettono di accedere alle nostre risorse interiori imprigionandoci in limiti che noi stessi abbiamo creato.

Immagine

tra me e me…..

112 commenti

Ieri sera ero così stanca ma non riuscivo a dormire… Nel buio, ripenso a me….Alla mia vita…..A com’ero….A come sono diventata. Ad occhi aperti la mente lucida, ed un cazzotto nello stomaco. Fermo le lacrime in quel nodo che mi strozza la gola, cercando di non fare rumore, per non svegliare nessuno,la mia vita potrebbe essere un libro da leggere fino all’ultima pagina con curiosità.Sono fatta della storia che ho vissuto.
Una di quelle storie fatta di errori, lo  dico sempre. Eppure, non ho mai smesso di fare passi più lunghi delle mie gambe.  Ancora una volta, penso che se tornassi indietro nel tempo,evitando alcuni  errori, avrei avuto una vita migliore….”La mia vita vorrei fosse un libro”  bellissimo da leggere o una storia d’amore ….semplice….senza pretese.
Ancora una volta,  sto facendo il passo più lungo della mia gamba. Forse….!
In questo buio, con la mente lucida e quel cazzotto nello stomaco, non so se amarmi follemente oppure odiarmi…..Troppi rimpianti….Sospesa,  non piango e  non dormo.
Senza risposte e coi pugni chiusi, per trattenere una rabbia che continua a portarmi via persino da me stessa…Certe volte cado in queste paranoie…. Insomma in questo periodo non so se sono più stanca o scoglionata o una scoglionata stanca….Ma voglio riprendere ad essere ottimista come sempre e continuare ad avere il coraggio per affrontare tutto ciò che di bello non ha nulla……..

 

Se avessi io i suoi anni…

61 commenti

Mio figlio ha 16 anni…..lo osservo senza farmene accorgere….viene a chiamarlo un suo amico,gli apro la porta e noto che hanno lo stesso taglio di capelli e anche le stesse scarpe…..A pensarci bene nel gruppetto delle amicizie di mio figlio, hanno quasi tutti lo stesso taglio di capelli e  si vestono allo stesso modo……..Ogni tanto mi chiedo se fossi stata io oggi una sedicenne come loro…Ma con il mio carattere senza imitare mai nessuno e senza avere un modello alla moda da seguire…….
Se fossi come loro,colorata secondo la loro moda,scatenata al suono della loro musica,nelle loro discoteche…Se bevessi alcolici che loro bevono,se fumassi ciò che loro fumano,se indossassi ciò che loro indossano,se ascoltassi quello che loro ascoltano,
sembra che gli adolescenti non mostrino una propria personalità, seguono la massa e i valori non esistono più...Poi tutti hanno il cellulare touch screen e regolarmente si scrivono “ciao, km và?” “bn, bn grz, t?” (da notare le abbreviazioni)…Allora,se pensassi come loro pensano,chi sarei…?Non sarei nessuno,sarei uno dei tanti prodotti di fabbrica,tutti uguali, venduti in blocco;sarei come un segnavento,che si rivolge sempre nella direzione in cui tira il vento;e allora preferisco essere qualcosa di diverso,uno scarto difettoso e preferisco andare controvento, controcorrente,ascoltare la mia musica,bere ciò che preferisco,indossare ciò che voglio e principalmente,pensare con la mia testa….

Older Entries

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: