La frisella

Questa foto che vedete è la frisella, un prodotto tipico pugliese,  immancabile sulle nostre tavole nel  periodo estivo.Qualche lettore nato sopra il Tacco si chiederà cosa sono.Consistono in taralli prodotti con farina di grano duro, (in commercio si trovano anche di farina integrale)  tagliati a metà in senso orizzontale e poi infornati, affinchè diventino biscottati.
La mia nonna(tarantina doc) diceva che le friselle sono un cibo povero ma ghiotto: nel senso che vogliono molto condimento.
Si bagnano poco prima di prepararle,si aggiunge    un pizzico di sale, pomodorini tagliati e strofinati sulla loro superficie e lasciati li, si aggiunge cipolla o aglio, tagliate e distribuite  qua e  là, e  se  piace anche un po di tonno, poi capperi..origano..alici sott’olio e per finire un bel po’ di olio. Quella che vedete nella foto è stata la mia cena.La mia frisella era integrale, perchè sono a dieta ma condita con pomodori ,melenzane sott’olio e olive inchiostro  originarie delle mie parti, che si chiamano così perchè macchiano ,come direbbe qualche tarantino ( aliie ca tingin ù mus )…..Una cenetta deliziosa,ricordo che quando ero piccola e poi ragazzina con i miei genitori,andavamo il sabato o la domenica in una località di Taranto dove si entrava da un  grande cancello per arrivare dentro  un piazzale con un piccolo chiosco e  dei tavolini per mangiare.Era sempre pieno di gente perchè c’erano anche le giostrine per il divertimento dei bambini e  la proprietaria del chiosco non vendeva pizzette  ma vendeva le friselle già condite in vari modi  e quindi in città siccome erano la sua specialità ,si  diceva andiamo a mangiare la frisella da zia Lolò. Era sempre un successo per l’anziana signora,  ricordo che metteva anche la musica ad alto volume per coloro che volevano ballare e così si passava la serata, si prendeva un bel gelato e poi a casa…………….Che bei tempi…. che bei ricordi !!

Annunci