La Settimana Santa  a Taranto(la mia amata città) è animata da riti cattolici antichi, che da tre secoli si tramandano inalterati e ancora oggi coinvolgono dal profondo dell’anima la città intera. I riti cominciano la Domenica delle Palme con un’ asta durante la quale i confratelli delle due congraghe si aggiudicano l’onore di portare in  processione le pesanti statue.. iI momento culminante si raggiunge con le tradizionali processioni dell’Addolorata (il Giovedì Santo) e dei Misteri (il Venerdì Santo) che sono una delle tracce della dominazione spagnola nell’Italia del sud. I confratelli sfilano lentamente – fino al’alba – col capo coperto da un cappuccio, i piedi scalzi,trascinando le statue della Vergine Addolorata,del Cristo Morto. Il passaggio de corteo religioso fra due ali di folla è accompagnato da una musica intensa e solenne….la mattina del Sabato Santo, nelle ore successive le manifestazioni si sospendono, è il momento della tristezza e della meditazione per la morte di Cristo. A mezzanotte, le campane delle chiese annunciano che Cristo è risorto. E’ l’annuncio pasquale che rimuove l’atmosfera penitenziale ponendo fine ai riti della Settimana Santa.

naCrunchbase: Na+ gradient the rate of increase or decrease of sodium ion concentration.

Annunci