Ieri pomeriggio a Taranto, il movimento «Cittadini e lavoratori liberi e pensanti» ha promosso un singolare corteo funebre nella piazza antistante il Municipio. La manifestazione è stata chiamata provocatoriamente «Il funerale di Taranto» con riferimento al decreto varato dal Governo sull’Ilva. Vi hanno partecipato lavoratori Ilva, ex delegati sindacali delle organizzazioni metalmeccaniche, ambientalisti e cittadini.Il movimento «Cittadini e lavoratori liberi e pensanti» ritiene infatti che il provvedimento del Governo sull’Ilva, che nei prossimi giorni affronterà il dibattito in parlamento, costituisca la «morte di Taranto in quanto non affronta adeguatamente i danni della salute causati dall’inquinamento e non tutela la salute stessa». «Cittadini e lavoratori liberi e pensanti» hanno portato in piazza Castello, davanti al Comune di Taranto, una bara con all’interno una tuta di un operaio Ilva, dei mitili, una forma di formaggio e dei mandarini….e da un altoparlante venivano diffuse marce funebri…. non sono mancate corone e fiori sparsi per strada…..

Annunci